CDonna triste COME BLOCCARE I PENSIERI NEGATIVIOME BLOCCARE I PENSIERI NEGATIVI

I pensieri negativi riflettono problematiche del passato o del futuro

L’antidoto più efficace contro i pensieri negativi sono i mantra. 

Come  bloccare i pensieri negativi.

“Signor Pasquale, leggo volentieri i suoi articoli sul blog pasqualefoglia.com perché vi trovo sempre cose importanti. Le scrivo perché ho bisogno del suo aiuto. Sto attraversando un periodo veramente molto difficile. Frequento il primo anno di medicina e chirurgia e mi sono dovuta trasferire lontano dai miei a causa della graduatoria nazionale. Ho lasciato casa, famiglia, amiche e il mio ragazzo e sono venuta qui a studiare. Purtroppo ho vissuto molto male questa esperienza perché non ero pronta a lasciare le mie certezze e a farcela da sola. In prossimità degli esami ho avuto un brutto crollo! Trovandomi sotto stress, ho cominciato a fare pensieri assurdi. Ho pensato cose tremende, e più mi spaventavano, più andavo nel panico, più le pensavo, più tremavo… Ha qualche consiglio da darmi?“. (Lettera firmata).

I pensieri negativi, in particolare quelli ossessivi e assurdi, sono la peste moderna.

Tantissimi autori e psicologi famosi si sono occupati ripetutamente di questo argomento. Anch’io ho scritto parecchio sui pensieri negativi, e proprio riflettendo su quello che avevo scritto, forse ho avuto il lampo di genio…

I PENSIERI NEGATIVI SCARICANO LA TENSIONE ACCUMULATA

I pensieri negativi, in generale, sono pensieri automatici e involontari.

Tali pensieri, secondo diversi autori (tra cui lo psicoterapeuta Giulio Cesare Giacobbe), hanno la funzione di scaricare la tensione che si crea all’interno del corpo a causa dello stress. Infatti, quando subiamo una critica o un torto la prima cosa che vorremmo fare è reagire sotto l’effetto della scarica di adrenalina che inonda il nostro sangue.

Purtroppo non possiamo quasi mai manifestare apertamente la rabbia, e quindi il nostro corpo, soprattutto i muscoli, si contraggono ed entrano in forte tensione. L’unico modo per scaricare la tensione è… produrre pensieri negativi con i quali malediciamo mentalmente i nostri nemici o avversari.

Ovviamente lo stress è continuo e anche la produzione dei pensieri tossici è continuo.

I PENSIERI NEGATIVI RIFLETTONO PROBLEMI PASSATI O FUTURI

In realtà, il motivo per cui si producono i pensieri negativi è anche un altro. I pensieri negativi sono ripetitivi e  senza sbocco, cioè senza soluzione perché riflettono situazioni problematiche del passato o del futuro che non hanno alcuna attinenza con la realtà. Si tratta cioè di pensieri immaginari, non attinenti alla realtà.

Infatti, il passato è l’oggi che ormai se n’è andato con tutti i ricordi di ciò che abbiamo vissuto; e il futuro non c’è ancora: è l’oggi che verrà. La realtà è rappresentata da ciò che stiamo vivendo in questo momento, cioè dal presente. 

Allora come bloccare i pensieri negativi, spesso anche ossessivi e assurdi? Assurdi proprio perché non hanno attinenza con la realtà!

Per bloccare il chiacchiericcio della mente furono inventati i mantra.

L’ANTIDOTO CONTRO I PENSIERI NEGATIVI: I MANTRA

Un mantra è una frase potenziante; ma una frase potenziante è un pensiero volontario!

“Quando il contadino (il cervello razionale) dorme troppo,

il suo campo viene invaso dalle erbacce (i pensieri negativi)!”

Il cervello cognitivo produce pensieri involontari quando siamo in automatico -e questo purtroppo accade anche troppo spesso- ma quando facciamo attenzione e siamo concentrati nel momento presente, in ciò che stiamo facendo o osservando, produce pensieri volontari e razionali.

La frase potenziante è appunto un pensiero volontario, un pensiero positivo.

L’antidoto contro i pensieri negativi sono dunque i mantra che sono pensieri positivi e volontari!

Infatti il cervello cognitivo non può produrre allo stesso tempo pensieri volontari e pensieri involontari. O gli uni o gli altri! Il mantra, quindi, prende il posto del pensiero negativo e lo annulla.

IO SONO IN GAMBA!

Come  bloccare i pensieri negativi, dunque? Se ripeti un mantra per cinque-dieci minuti, ma anche meno, i pensieri negativi spariscono.

Ma perché un mantra è efficace? È efficace perché si sostituisce ai pensieri disturbanti.

Il mantra, o più esattamente il pensiero volontario e positivo, ti riporta alla realtà, al presente, al qui e ora: ecco perché è efficace! Il mantra richiede la tua attenzione e ti rende consapevole.

E cioè la tua parte razionale si “sveglia” e riprende il comando sostituendosi alla tua parte emotiva, automatica e paranoica!

E allora tutte le volte in cui hai brutti pensieri ripeti subito questo mantra: “Io sono in gamba“, oppure “Grazie“.