Se perdi l’attenzione sei nei guai!

  SCONTRO TRA AUTO Se perdi lattenzione sei nei guai!Se perdi l’attenzione sei nei guai!

Ecco cosa significa vivere nel presente: essere attento a ciò che stai facendo!

L’attenzione ci salva da tutti i mali!

Attenzione! Ogni volta che ci distraiamo, è facile combinare guai. 

Infatti, viene meno l’attenzione e perdiamo il controllo delle nostre azioni perché entra in azione il pilota automatico. Agiamo così in maniera inconscia.

Se perdi l’attenzione sei nei guai!

Agire in maniera inconscia significa che non siamo consapevoli di ciò che stiamo facendo, e non siamo coscienti neanche delle conseguenze delle nostre azioni.

Non siamo consapevoli perché agiamo d’istinto.

L’istinto scatta autonomamente sotto l’effetto di una forte emozione, come la rabbia che scatta quando qualcuno ci offende!

Agire in maniera istintiva o automatica significa agire senza riflettere: la riflessione infatti, presuppone l’intervento della mente conscia.sinistro.

L’emozione spesso impedisce la riflessione e l’attenzione anestetizzando l’emisfero sinistro del cervello.

Siamo invece coscienti e consapevoli delle nostre azioni quando siamo attenti.

Per esempio, per guidare l’automobile dobbiamo essere vigili perché non appena ci distraiamo succede sicuramente qualche incidente.

Se perdi l’attenzione sei nei guai!

Se guidiamo a forte velocità, rischiamo di combinare guai, e non solo e non tanto per la velocità elevata, quanto perché la forte velocità ci inebria, ci fa sentire potenti, ci fa sentire forti e invincibili: e ci emozioniamo!

E quando ci emozioniamo perdiamo la lucidità mentale, l’attenzione e anche i riflessi.

Non siamo più presenti a noi stessi. E vaghiamo come sonnambuli nelle nebbie del passato e del futuro!

Emozionarsi significa distrarsi (stavo per dire ubriacarsi…)!

Forse è per questa ubriacatura di vento che muoiono tanti giovani con la moto!

Se perdi l’attenzione sei nei guai!

Ma cosa significa distrarsi? Distrarsi significa non essere più attenti, non esseri concentrati su ciò che stiamo facendo, e in queste condizioni non abbiamo più i riflessi pronti.

Soltanto quando siamo attenti viviamo nel qui e ora, e siamo concentrati su quello che stiamo facendo.

In tal caso la mente conscia è vigile e tutti i sensi sono in tensione, pronti a scattare per evitare eventuali pericoli.

L’attenzione contrasta i pensieri spontanei e negativi.

Purtroppo noi non possiamo essere sempre attenti perché l’attenzione provoca una forte tensione muscolare e quindi ci stanchiamo e abbiamo bisogno di riposarci.

Da qui la necessità di servirsi del pilota automatico quando tutto procede tranquillo, in modo da rilassare i muscoli e soprattutto far riposare la mente conscia, l’emisfero sinistro.

Se perdi l’attenzione sei nei guai

ronaldo iniesta calcio euro europei 2012 300x229 Se perdi lattenzione sei nei guai!Anzi possiamo dire che un organismo funziona bene proprio quando elimina regolarmente tutte le scorie che produce: per esempio, la stitichezza ci fa stare male.

L’attenzione e ancor più la concentrazione sono importantissime per ottenere elevate prestazioni.

Prendiamo una squadra di calcio.

Fino a quando i giocatori sono concentrati, rendono al massimo e diventa facile fare gol. E magari più di uno.

In conseguenza di ciò la squadra avversaria si demoralizza e gioca male. Ma il successo finisce per dare alla testa ai giocatori della squadra che sta vincendo, supponiamo per 2 a 0.

Sentendosi soddisfatti, cominciano anche ad avvertire la stanchezza e quindi diminuisce l’attenzione, soprattutto dei giocatori della difesa che sono quelli più tesi durante la gara.

Se perdi l’attenzione sei nei guai

E non appena i giocatori della squadra che sta vincendo commettono l’errore di rilassarsi abbassando il ritmo di gara, scatta la reazione e l’orgoglio dei giocatori che stanno perdendo.

Questi ultimi cominciano a credere di più in se stessi ed ecco che all’improvviso infilano il portiere avversario non adeguatamente protetto dai difensori distratti!

La partita così si riaccende ed ecco che, galvanizzati dal gol del 2 a 1, i giocatori che sono sotto di un gol aumentano ancora di più i loro sforzi e la loro concentrazione, mentre quelli avversari sono tramortiti dal gol inaspettato.

Se perdi l’attenzione sei nei guai

E non se lo aspettavano proprio perché erano euforici e pieni di sé, ossia emozionati: l’emozione di avere la vittoria in pugno gioca brutti scherzi!

L’emozione – l’esaltazione della vittoria è appunto un’emozione – gioca brutti scherzi.

Infatti fa rilassare e calare la tensione, e calando la tensione diminuisce l’attenzione e aumenta la distrazione.

Si innesca così il pilota automatico che esclude la coscienza.

Abbiamo detto che è anche una questione di necessità: raggiunto il risultato di 2 a 0, i giocatori della squadra che sta vincendo hanno bisogno di rallentare per risparmiare le energie.

Sentirsi appagati del 2 a 0 fa calare la tensione e la concentrazione, il che però fa avvertire immediatamente la stanchezza.

La stanchezza si sente quando cala la concentrazione, il che accade quando cessa il pericolo di perdere la partita.

Un monito per gli allenatori: vince la squadra che non è mai sazia di gol perché i giocatori non perdono mai la concentrazione durante la gara!

Se perdi l’attenzione sei nei guai

 In conclusione, l’emozione non si concilia con la tensione o concentrazione.

L’emozione dà il primato all’emisfero destro (quello irrazionale) che esclude l’emisfero sinistro (cioè quello razionale) e cala l’attenzione!

E quando diminuisce l’attenzione aumenta la distrazione. 

Se ci distraiamo mentre stiamo facendo un lavoro che richiede la massima attenzione, come per esempio quando siamo alla guida di un’automobile, è facile incappare in qualche incidente!

È facile intuire cosa succede se si distrae il macchinista di un treno veloce, l’artificiere mentre sta disinnescando una bomba, il pilota in fase di atterraggio e l’addetto della torre di controllo!

Parlare a telefono mentre si guida è pericoloso perché ci si può emozionare ricevendo una notizia -non importa se bella o brutta- e quando ci emozioniamo cala immediatamente l’attenzione! 

Gli incidenti avvengono sempre quando siamo distratti, ma ci distraiamo soprattutto a causa di qualche emozione!

Se perdi l’attenzione sei nei guai

È necessario perciò restare concentrati al massimo quando siamo impegnati in attività pericolose: non bisogna distrarsi neanche per un attimo.

E poiché restare sempre concentrati è faticoso e logorante, cessato il lavoro, occorre riposare per recuperare le energie.

L’attenzione è importante per contrastare i pensieri spontanei e negativi.

Quando sei tutto preso da quello che stai facendo e quindi sei attento e concentrato, la mente inconscia non è in grado di produrre pensieri negativi perché le energie sono assorbite quasi tutte dalla mente conscia.

In questi casi sei nel qui e ora e generalmente stai bene con te stesso.

I pensieri tossici che abbassano l’umore e ti fanno sentire male, appaiono non appena cala l’attenzione perché l’energia disponibile passa dalla mente conscia e razionale a quella inconscia e irrazionale e cominciamo a rimuginare e a costruire storie false e deprimenti.


Leggi anche questi Articoli: