Rabbia valvola di sfogo

OIR resizer 1 Rabbia valvola di sfogo

RABBIA VALVOLA DI SFOGO

La rabbia è una via di mezzo tra lo scontro e la fuga

La rabbia è un’emozione salutare soltanto o soprattutto per chi non si arrabbia mai!

 “…sono assolutamente d’accordo con te. Il mio problema, da piccola, è stato proprio che non facevo esplodere la mia rabbia, …i miei genitori mi dicevano, quando ero arrabbiata, che avevo ‘lo sguardo che uccide’, ma mai una parola, forse perché non la accettavo, amandoli troppo, e questo è diventato il mio problema più grosso…” (Grazie per questo feedback).

Rabbia valvola di sfogo

Non esiste persona che non si sia arrabbiata almeno una volta nella vita, a torto o a ragione! Si tratta di una emozione negativa fisiologica che diventa un problema soltanto se si trasforma in uno stato emotivo prevalente o cronico.

Non c’è persona più odiosa e antipatica di chi scatta rabbiosamente alla minima contrarietà. Ma chi non si arrabbia mai, è messo peggio perché fa male a sé stesso!

Chi non si arrabbia mai ha sempre paura.

Chi non si arrabbia mai è troppo stressato.

Chi non si arrabbia mai ha la pressione alta.

Chi non si arrabbia mai soffre di attacchi di panico.

Chi non si arrabbia mai soffre di tutti i mali del mondo.

Chi non si arrabbia mai è sempre scontento.

Chi non si arrabbia mai è sempre depresso.

Chi non si arrabbia mai non sa dire no.

Chi non si arrabbia mai si lascia schiacciare.

Chi non si arrabbia mai si uccide poco a poco.

Rabbia valvola di sfogo

“Qualsiasi dolore, ferita, contusione, febbre, malattia non è niente altro che l’espressione della rabbia che si rivolge verso se stessi” (Louise Hay)

La rabbia è una reazione fisiologica ed è una bomba di energia vitale. Se esplode all’esterno, te ne liberi, ma fai male agli altri; se invece esplode all’interno (implosione), ti uccide con lo stress, la paura, l’attacco di panico e malattie varie. 

La bomba di energia vitale è la famosa scarica di adrenalina che innesca l’atavico meccanismo di scontro o fuga quando ci sentiamo attaccati verbalmente o fisicamente. 

La rabbia è una valvola di sfogo, ma è poco efficace perché quando siamo arrabbiati perdiamo la lucidità mentale e la concentrazione e diventiamo perdenti.

La rabbia è una reazione aggressiva causata dalla paura per qualcosa che qualcuno ha fatto o detto.

Essa si manifesta specialmente quando siamo affaticati, quando andiamo di fretta e quando siamo a corto di informazioni. 

Rabbia valvola di sfogo

Se da bambino ti hanno rimproverato dicendo che non dovevi arrabbiarti; se ti hanno sgridato o spaventato dicendoti: “Guai a te se ti arrabbi!”, da grande avrai un’ansia tremenda e… attacchi di panico!

Infatti, se la bomba di adrenalina non esplode in rabbia, si trasforma in una bomba di cortisolo che ti brucia dentro. Il cortisolo è l’ormone dello stress e della paura irrazionale ed esagerata! Il cortisolo è un veleno che distrugge le difese immunitarie, impedisce la normale riproduzione cellulare e indebolisce il delicato equilibrio del sistema neuro-endocrino.

La rabbia implosa è spesso l’origine di tantissimi disturbi fisici e psichici che sfociano in malattie anche gravi!

La rabbia tuttavia è anche educativa  perché costringe chi ci provoca a capire, a ravvedersi e a rispettarci.

Genitori, non reprimete la rabbia dei vostri figli, ma insegnate loro a gestirla. Non spaventateli a morte quando si arrabbiano o si azzuffano, ma infondete sicurezza. Intervenite solo per evitare guai seri, e possibilmente solo dopo che se le sono suonate! Evitate di dare ragione all’uno o all’altro. È così che i fratellini imparano a rispettarsi e a volersi bene, ed è così che si previene l’insorgere della gelosia.

Guai a seppellire la propria aggressività, la propria grinta, la propria rabbia: scompare anche la vitalità!

Sono sempre i più buoni (i deboli) che se ne vanno al Creatore! Tutto serve nella vita, quindi anche la rabbia è necessaria, ovviamente nella giusta misura!

Ogni cosa serve al momento opportuno.

Rabbia valvola di sfogo

La rabbia è un’emozione salutare soprattutto per chi non si arrabbia mai perché se non si sfoga, la rabbia implode, cioè esplode dentro. 

Se sei malato, arrabbiati, sfogati alla prima occasione: guarirai prima! Non è forse estremamente significativo che le persone malate spesso non ce la fanno neanche a parlare? E dunque possiamo affermare che quando il malato comincia ad alzare la voce, sta guarendo!

bambini che bisticciano1 Rabbia valvola di sfogoSolo se ti arrabbi, riesci ad accettare la realtà.

Solo se ti arrabbi, ti liberi della paura che ti blocca. Solo se ti arrabbi, acquisisci fiducia e sicurezza. Solo se ti arrabbi, diventi responsabile della tua vita.

Solo se ti arrabbi, ti liberi delle convinzioni limitanti!

Solo se ti arrabbi, diventi forte e vincente! E soprattutto, solo se ti arrabbi, sei anche in buona salute!

Ovviamente non si deve esagerare! Come dicevo all’inizio: Non c’è persona più odiosa e antipatica di chi scatta rabbiosamente alla minima contrarietà. Ma chi non si arrabbia mai è messo peggio!

Siccome non sempre puoi sfogare liberamente la tua rabbia, colpisci con tutta la furia possibile un cuscino…, va’ a correre, zappa la terra, spacca la legna…, sfogati fisicamente! 

Rabbia valvola di sfogo

La virtù non è restare sempre calmi e sereni, anche perché la vita non sempre ce lo consente, ma è una via di mezzo tra l’arrabbiarsi spesso e non arrabbiarsi mai. 

Questo significa che è sbagliato passare da un eccesso all’altro.

Arrabbiarsi spesso e non arrabbiarsi mai sono due mostri da cui stare alla larga, e hanno entrambi la stessa matrice: la paura. Sono proprio questi due mostri che, sublimati, generano la virtù del sorriso.

Sarebbe meglio riderci sopra quando dovresti arrabbiarti! Anche il riso è uno sfogo!

Non prendere mai la vita troppo sul serio.

Come diceva ironicamente Oscar Wilde:

“La vita è troppo importante… per prenderla sul serio.

Ogni cosa è utile e giusta se usata quando occorre e nella giusta misura. È questa la virtù!

Insomma, se è vero che la pazienza è la virtù dei forti, ed è male averne poca, è altrettanto vero che averne troppa non è più un pregio, ma un difetto, perché ti rende debole e ti manda all’ospedale.

La rabbia scatta quando ti senti ferito perché si riattivano le tue vecchie paure: le tue grida sono grida di dolore!

Anche il cane abbaia perché ha paura.

Se ti arrabbi troppo e alla minima contrarietà è perché hai troppe ferite inconsce ancora aperte. Significa che hai scarsa fiducia in te stesso: la tua sicurezza in te stesso è bassa! La tua rabbia facile è ormai un’abitudine negativa.

La rabbia è sana quando dopo lo sfogo riesci subito a controllarti e a lasciarla andare. Lascia che faccia altrettanto la persona che hai attaccato.

Comunque la rabbia non risolve i problemi e fa stare male sia chi la riceve che chi la esprime.

Rabbia valvola di sfogo

Per guarire dalla rabbia devi assolutamente smettere di sfogarti appena ti toccano, altrimenti ti arrabbierai di nuovo e sempre più perché diventa un’abitudine nociva. E starai male sia tu che ti sfoghi, che chi subisce la tua rabbia. Come dicevo, è anche peggio se reprimi la tua rabbia.

“Tutto ciò che ci irrita, che ci fa scattare, che è causa di frustrazione e rabbia è il risultato di qualcosa che abbiamo represso nel passato”. (Roy Martina)

La cosa migliore da fare è trasformare la rabbia in una emozione positiva. Come? Cambiando i tuoi pensieri, le tue regole e le tue pretese! Ma ciò richiede sicurezza e consapevolezza.

“Io non risolvo i miei problemi, cambio i miei pensieri e i problemi si risolvono da soli”. (Louise Hay)

Molte volte, per evitare di arrabbiarsi di fronte a un problema o a un contrattempo basta restare in silenzio, come pure parlare a voce bassa. In ogni caso, tutti i problemi, compresa la rabbia, si risolvono meglio quando siamo calmi e sereni. 

La verità è che siccome la rabbia viene spesso punita, chi è insicuro si arrabbia spesso, ma è costretto a imploderla per paura e non vive bene. E allora come evitare di arrabbiarsi?

Per disinnescare la propria rabbia occorre rallentare la frequenza del proprio respiro respirando con l’addome: il respiro profondo calma subito.

E dopo avere fatto alcuni respiri profondi occorre porsi la domanda: Arrabbiandomi sto dando il meglio di me stesso? Questa domanda ti fa capire che la rabbia ti sta danneggiando. 

In conclusione, la rabbia è un bio-comportamento automatico che scatta quando abbiamo paura. Pertanto, per imparare a gestire la rabbia in modo razionale e vincente occorre diventare più sicuri di sé e crescere in consapevolezza.


Leggi anche questi Articoli: