LATI OSCURI: COME INTEGRARLI

the shadow effect LATI OSCURI: COME INTEGRARLICome integrare i lati oscuri

Per cambiare il tuo mondo esteriore devi cambiare il tuo mondo interiore

L’ombra fa fare cose assurde perché non ci fa crescere affettivamente

Pensare con amore significa attivare la gratitudine

Molti lettori mi hanno chiesto di parlare della serenità; altri mi hanno chiesto come integrare l’ombra. Ho già scritto a proposito del primo argomento: come riconquistare la serenità. Questo articolo su come integrare i lati oscuri completa anche quello sulla serenità.

Questi due aspetti, ombra e serenità, sono strettamente connessi perché per essere sereni occorre essere in pace con gli altri, e per essere in pace col prossimo -a cominciare dai propri familiari con i quali purtroppo si litiga facilmente – occorre essere in pace con se stessi.

Insomma deve cambiare il tuo mondo interiore per poter sperimentare in maniera diversa il mondo esteriore. Quando il mondo interiore è squilibrato, si va incontro ad un sacco di problemi: si è sempre arrabbiati e astiosi con sé stessi e con gli altri: ed ecco l’effetto Ombra!

Come integrare i lati oscuri

Per essere in pace con sé stessi e vivere in serenità è necessario diventare consapevoli di quanto a volte siamo odiosi, duri, rigidi, intolleranti, avidi, irrispettosi, aggressivi, prepotenti e persino disonesti.

Ci rendiamo subito conto quanto sia difficile guarire i propri lati oscuri perché chi mai ammetterebbe di essere odioso o disonesto?

Ed infatti fa molti più guai chi si crede perfetto… che chi ammette onestamente di essere… un essere umano!

Purtroppo è molto comodo dare la colpa agli altri, ossia proiettare i propri difetti caratteriali. A causa delle proiezioni tante persone vivono in  perenne stato conflittuale con gli altri spesso senza capire il perché.

Proiettare non esclude che l’altro non sia colpevole e non abbia effettivamente il difetto che noi gli attribuiamo. Noi però notiamo nell’altro quel difetto e proviamo dispetto proprio perché lo abbiamo anche noi: se non fosse così non ci disturberebbe affatto notarlo negli altri!

Siccome in noi quel difetto è iceberg1 e1440261397981 LATI OSCURI: COME INTEGRARLIinconscio (cioè non ne siamo consapevoli) essendo stato rimosso a suo tempo ed è ormai sostituito dal suo polo opposto, mai e poi mai capiremo e accetteremo che quel difetto possa essere anche nostro!

Come integrare i lati oscuri

Ciò che è inconscio non si percepisce, non si vede e non si comprende neanche. È semplicemente nascosto e agisce dentro di noi a nostra insaputa e con grande dispetto, ed è più potente di una mina antiuomo perché la mina esplode una volta sola, mentre un polo rimosso riesplode in continuazione e quando meno ce lo aspettiamo! Dunque, c’è un bel po’ di lavoro da fare per venirne a capo!

Noi siamo esenti da proiezioni solo quando non ci indigniamo più di fronte ai comportamenti altrui. Ho scritto in un altro articolo che l’omofobia, per esempio, è causata dalla paura inconscia di essere contagiati…

Perciò non tutti siamo omofobi, ma solo chi… è omosessuale a livello inconscio e non lo sa, ma ha terrore di diventarlo! Il terrore e i comportamenti asociali e delinquenziali che spesso ne derivano, sono causati dall’Ombra.

Una figlia cinquantenne nubile, che convive con i genitori, è ossessionata dalla pulizia. La mattina fa in modo che i genitori escano presto di casa perché lei, appena si alza e prima di andare al lavoro deve lavare e pulire la casa da cima a fondo. Tutto deve essere lindo e perfetto. Come e quando è nata la sua mania per la pulizia? Ovviamente quand’era bambina, perché venne sgridata per l’ennesima volta perché si comportava come una sporcacciona.

I bambini prendono tutto alla lettera e se lo apostrofi spesso con un brutto epiteto, hai segnato il suo destino!

Come integrare i lati oscuri

Quella bambina, gradualmente, da sudiciona è diventata una maniaca della pulizia in casa e vede sporco dappertutto. È letteralmente terrorizzata dalla paura di essere giudicata sporca dalla gente che capita a casa sua.

Ecco perché dev’essere tutto lindo e perfetto altrimenti si arrabbia! Siccome ora questa donna è pulitissima, mai e poi mai ammetterebbe di essere stata una sudiciona.Questa brutta caratteristica non è mai scomparsa, ma è nascosta nel suo inconscio, e trova modo per manifestarsi litigando in continuazione con i suoi poveri genitori perché sporcano la casa.

L’ombra ci fa fare cose assurde perché non ci fa crescere per niente, ci mantiene bambini dal punto di vista affettivo anche a 50 anni e oltre.

Ecco perché molti adulti, anche laureati, si comportano in maniera irrazionale e riprovevole: con le emozioni i diplomi diventano spazzatura! Appunto i lati oscuri si manifestano attraverso le emozioni negative, sempre irrazionali e automatiche come la rabbia esplosiva, la paura, la gelosia, e così via.

E a proposito della rabbia va detto subito: guai a non arrabbiarsi mai perché perdiamo anche la vitalità! Ogni emozione deve trovare il suo giusto equilibrio con l’emozione contraria!

Come integrare i lati oscuri

C.G.Junng  LATI OSCURI: COME INTEGRARLISoltanto accettando e perdonando sé stessi e gli altri e assumendo un atteggiamento di compassione per sé e per gli altri, e cioè “pensando con amore” anziché con odio e risentimento, e in una parola sola, soltanto con un atteggiamento di gratitudine verso la vita, si riesce a integrare i propri lati oscuri e diventare amorevoli, generosi, flessibili, generosi, rispettosi, dolci e umili quel tanto che basta per equilibrare le caratteristiche opposte e non avere più pensieri assurdi e ossessivi.

Insomma, la serenità presuppone obbligatoriamente integrità, equilibrio e saggezza.

Integrità significa che occorre essere completi, ossia che non dobbiamo rinnegare nessuna caratteristica negativa e che, proprio per tale motivo, non ci piace avere. A tale proposito, il grande psicologo C.G. Young diceva spesso: «Preferisco essere completo piuttosto che buono».

Ecco perché chi dice di cercare la libertà, in realtà è schiavo fino alla punta dei capelli a livello inconscio, e non verrà a capo di nulla se non capisce prima cos’è la dualità o polarità, cos’è l’inconscio, cos’è l’ombra e cosa sono le proiezioni.

Quando dico che si deve assumere un atteggiamento di gratitudine verso la vita intendo dire che in questo modo riusciamo ad equilibrare e neutralizzare la nostra scontentezza o insoddisfazione (causata dal fatto che non abbiamo ancora integrato i lati oscuri) e quindi grazie alla gratitudine raggiungiamo la tanto auspicata serenità.

Come integrare i lati oscuri

Va da sé che non è per niente facile assumere un atteggiamento di gratitudine verso la vita quando l’ombra ci toglie la luce e il discernimento, e quindi si può crescere soltanto gradualmente.

Siamo sulla via della guarigione dell’ombra quando smettiamo di lamentarci…

E siamo sulla via della guarigione quando pensiamo con amore anziché con paura ed ostilità. Ecco il segreto per trovare la pace con sé stessi e con gli altri!

Pensare con amore significa attivare la… gratitudine! 

La gratitudine compensa la nostra naturale ingratitudine (egoismo, avidità, odio, ecc.) liberandoci dai lati oscuri e dalla loro pericolosità esplosiva che alberga dentro ogni essere umano, ciò perché “pensando” in maniera ostile o con la paura si “attira addosso” proprio ciò che si teme di più o che si vorrebbe evitare.


Leggi anche questi Articoli: