La forza di volontà è figlia di due mostri?

meditazione3 300x209 La forza di volontà è figlia di due mostri?La forza di volontà è figlia di due mostri?

Mente e corpo sono due mostri quando operano ciascuno per proprio conto

La forza di volontà unifica il corpo e la mente

«Ciao Pasquale, in questo periodo sto ristrutturando due stanze e bagno acquisite dai suoceri per i miei figli, ho muratori, elettricista, così sono molto impegnato e quindi trascuro un po’ tutto il resto.

Comunque ti mando lo stesso un pensiero che potrebbe servirti per le tue riflessioni (ho fatto copia-incolla). Un mio caro collega di lavoro di 45 anni, un giorno mi ha confessato che prendeva 5 pastiglie al giorno perché si era ammalato di diabete. Fui sorpreso di questa notizia, ma avevo comunque gradito il fatto che si era confidato.

Mi raccontava anche che quando tornava a casa alla sera dal lavoro ed usciva per una corsa o una passeggiata, al suo rientro si misurava la glicemia e notava che questa era nei valori normali.

Risposi che questa era una grande cosa perché significava che c’era speranza di tornare alla normalità e questo doveva diventare per lui una disciplina di vita; ma lui mi spiegò che non sempre aveva tempo da dedicare a questo tipo di attività… che spesso doveva tornare tardi la sera… che non sapeva se poteva fare questo… insomma che aveva anche molto altro da fare.

Credo che ci sia poco da aggiungere, lascio a te i commenti, storiella breve, ma molto significativa. Ciao».

La forza di volontà è figlia di due mostri?

Ciao e grazie, amico mio! Buona ristrutturazione, e complimenti perché ti sei ricordato di me… I tuoi commenti sono una grande risorsa per me.

Anche quando c’è una preoccupazione preminente, non bisogna trascurare né il corpo né la mente, altrimenti si perde l’equilibrio e le nostre energie vanno a farsi fottere e la salute traballa.

La corsa è la più grande medicina, ti do pienamente ragione.

Sai cosa mancava al tuo amico e cosa manca a tutti noi quando non abbiamo il tempo (più esattamente la voglia) di fare qualcosa di importante per noi? Ci manca la forza di volontà.

La forza di volontà unifica il corpo e la mente e ci rende forti, ingegnosi, creativi, abili e vincenti.

Presi singolarmente mente e corpo funzionano male, e cioè guai se la mente eccede rispetto al corpo o viceversa.

Quando mente e corpo sono equilibrati generano una virtù formidabile: la forza di volontà!

Non dobbiamo cedere ai due mostri da cui nasce la forza di volontà: la fissazione della mente da una parte e la pigrizia del corpo dall’altra.

La forza di volontà è la nostra più grande risorsa: senza di essa siamo dei falliti in partenza.

Caro amico, non è lo spirito che si contrappone al corpo, come riportano tutti i vocabolari del mondo: è la mente che a volte entra in conflitto con il corpo.

Mente e corpo sono due mostri quando operano ciascuno per proprio conto, ma quando si unificano e integrano generano la virtù, lo spirito, la forza di volontà che supera gli ostacoli e crea ogni cosa dal nulla.

La forza di volontà è figlia di due mostri?

michelangelo pieta La forza di volontà è figlia di due mostri?La forza di volontà è lo spirito divino dentro di noi.

La forza di volontà deve combattere ogni istante contro i due opposti o estremi  che l’hanno partorita: il corpo (pigrizia) e la mente (rimuginazione).

Il corpo, per sua natura pesante e apatico, è sempre felice quando sta davanti a una tavola imbandita o può trastullarsi davanti alla televisione con un boccale di birra fresca in mano. E naturalmente quando fa sesso.

La mente, a sua volta, è per sua natura invasiva e dispersiva a causa di mille pensieri spontanei, e quando perdiamo l’attenzione ci porta alla rimuginazione, alla fissazione, all’ossessione e allo stress.

E tuttavia, quando la pigrizia, l’apatia, l’indifferenza, l’indolenza, l’inerzia, l’antipatia del corpo per la fatica, si fondono con la fissazione, la determinazione cieca, l’ossessione, l’instancabilità, l’assenza di riposo e di svago, nasce la virtù equilibratrice degli opposti: la forza di volontà che ci rende forti, capaci e costruttivi.

L’arte è un’attività dello spirito, pardon della forza di volontà che crea ogni cosa bella.

Grandezza, ma anche meschinità dello spirito, pardon della forza di volontà quando si allontana dal suo centro e pende da lato dell’infingardaggine o da quello dell’ossessione.

Povero di spirito, pardon debole di volontà, dunque incapace e sciocco.

La forza di volontà è figlia di due mostri?

Spirito malefico, ossia forza di volontà distruttiva, per  meglio dire, ossessione.

I grandi spiriti del passato, persone dotate di una grandissima forza di volontà e grande impegno.

Un bello spirito, ossia una persona volitiva, arguta, brillante, piena di iniziativa.

Lo spirito di una legge, ossia la volontà della legge.

se vuoi sbloccarti lanciati La forza di volontà è figlia di due mostri?Spirito vitale, pardon forza di volontà, l’energia che scorre nel nostro corpo rendendolo energico e vigoroso.

E cos’è la meditazione, la pratica “spirituale” per eccellenza? La meditazione è l’unificazione del corpo e della mente attraverso la forza di volontà e la consapevolezza.

La meditazione è l’allenamento per accrescere la forza di volontà, la concentrazione, la pazienza, la gentilezza, l’accettazione e raggiungere l’equilibrio tra mente e corpo.

Anche quando ti alzi prima che suoni la sveglia alleni la tua forza di volontà.

Anche quando eviti di abbuffarti a tavola, eserciti la tua volontà mantenendo sano il tuo corpo.

Anche quando vai a correre o fai lunghe passeggiate rafforzi la tua volontà.

Anche quando fai una buona azione, come scrivere un commento… o aiutare un tuo vecchio amico o un parente in difficoltà, rafforzi la tua volontà.

Anche quando fai subito le cose anziché rinviarle, rafforzi la tua volontà e dimostri un grande spirito di iniziativa.

E soprattutto, resistere alla gratificazione immediata per una immensamente più grande dopo, è un esercizio che potenzia fortemente la forza di volontà. 

C’è poco da obiettare: Senza uno sforzo di volontà sei un fallito!

Resistere alle tentazioni non è un talento di pochi, ma un’arte che tutti possono imparare e allenare proprio come un muscolo. (Filippo Ongaro, già medico degli astronauti)

La forza di volontà può essere migliorata attraverso la pratica deliberata, come ogni altro meccanismo umano. Ma come per i muscoli, non dobbiamo sfruttarla troppo: il riposo o recupero è addirittura più importante dell’allenamento. 

Per costruire una sana forza di volontà non si deve tirare troppo la corda, ma sapersi dosare. Per esempio, non seguire una dieta troppo rigida: uno sgarro programmato ogni tanto ti permetterà di essere più equilibrato e meno stressato.

  


Leggi anche questi Articoli: