Elimina il giudizio e sarai più felice!

giudizio 300x225 Elimina il giudizio e sarai più felice!Elimina il giudizio e sarai più felice!

Per essere soddisfatti e felici occorre allineare il cervello cognitivo con il cervello emotivo e quello rettile!

“Sig. Pasquale, ho 50 anni. Non riesco però a sbloccare il mio passato. Ci penso e ripenso. È come se non vivo il presente e sono sempre depressa la mattina. Ho sempre voglia di piangere perché mi pesa affrontare la giornata. Poi quando mi trovo sul luogo di lavoro, cioè in ospedale, cominciano le ossessioni, mi pare di far del male a qualcuno. mi viene una rabbia tremenda. Perché devo vivere così? Non è vita, è un tormento. La prego mi aiuti”. (Lettera firmata)

Elimina il giudizio e sarai più felice!

Il pensiero ossessivo di voler fare del male a qualcuno capita a tutte le persone stressate. Non c’è motivo di tormentarti! E ti faccio capire perché.

Cosa succede a una mamma che ha un figlio drogato che chiede soldi in continuazione? In certi momenti lo vorrebbe uccidere! È normale che a volte vengano impulsi omicidi persino ai genitori!

Cosa succede a una giovane mamma che non dorme e non riposa da qualche mese al punto che non ce la fa più a sopportare il pianto del suo bimbo a tutte le ore del giorno? In certi momenti le vengono flash aggressivi! E si sente una cattiva mamma. Ma è una cosa normale avere pensieri assurdi in certi periodi esistenziali. Non è una cattiva mamma!

casa di riposo maltrattamenti anziani 2 300x202 Elimina il giudizio e sarai più felice!Cosa succede a un infermiere che lavora in un ospizio per anziani? In certi momenti perde la pazienza e si comporta malissimo. Non tutti possono fare questo mestiere enormemente stressante.

Perché certe maestre d’asilo maltrattano i bambini? Sono esaurite e perdono facilmente la pazienza! Avrebbero bisogno di più relax.

E cosa succede a una infermiera stanca, depressa e insoddisfatta come te che lavora in ospedale, quando sente il campanello suonare in piena notte? Tu lo sai bene cosa ti succede!

Elimina il giudizio e sarai più felice!

Dici che hai paura di far del male a qualcuno! Benedetta paura!

Se non ci fosse la paura di finire in galera e di essere disprezzati dal mondo intero, succederebbero molti più omicidi e violenze nel mondo!

3 strati del cervello 2 300x244 Elimina il giudizio e sarai più felice!

La lotta o la fuga, cioè l’istinto di sopravvivenza, era la reazione di fronte ai pericoli tipica degli uomini che vivevano nelle caverne.

Il cervello rettile, cioè quello delle bestie feroci, purtroppo ce lo abbiamo anche noi e funziona alla perfezione! Esso regola, autonomamente, il battito cardiaco, la respirazione, la digestione, la temperatura corporea, il pH del sangue, la fame e la sete, la difesa immunitaria, l’istinto sessuale e di sopravvivenza, ecc.

Ed è con il cervello rettile e quello emotivo, che nel loro insieme formano l’inconscio, che si scontra spesso il cervello cognitivo, cioè la mente conscia, razionale e sociale.

Purtroppo, quando entrano in azione il cervello rettile e quello emotivo, come accade per esempio nella rabbia, si spegne automaticamente il cervello cognitivo e viene meno la ragionevolezza: ed ecco che ci comportiamo come bestie feroci! Spesso abbiamo pensieri omicidi o suicidi.

Elimina il giudizio e sarai più felice!

Mi hai chiesto come mettere d’accordo i due emisferi cerebrali. Io ti rispondo che in realtà occorre allineare il cervello cognitivo con i due cervelli antichi che abbiamo in comune con gli animali: il cervello emotivo e il cervello rettiliano!

È la lotta che i due cervelli antichi -per loro natura istintivi, egoisti, paranoici e asociali- spesso ingaggiano con quello più evoluto, razionale e sociale, la causa delle ossessioni e dei brutti pensieri in genere.

La mente conscia è impregnata di tante norme sociali, restrittive e obbligatorie che castigano senza pietà il nostro corpo e le sue insopprimibili esigenze vitali, e soltanto  la crescita della consapevolezza salva tanti individui dalla galera!

Quando viene meno l’allineamento tra i tre cervelli, la mente conscia che sempre molto esigente, si dimentica di far riposare adeguatamente il corpo -cioè il cervello emotivo e il cervello rettile!- e di farlo rilassare e divertire per scaricare la tensione accumulata! 

Vorrei farti capire che in realtà i tuoi pensieri ossessivi e l’impulso di far del male a qualcuno, sono l’effetto della tua stanchezza cronica causata dal fatto che non recuperi bene le energie per cui il tuo corpo (l’inconscio) è continuamente sotto stress. In tali condizioni scatta automaticamente l’istinto di sopravvivenza che si manifesta con aggressività, rabbia e pensieri distruttivi. 

Elimina il giudizio e sarai più felice!

Quando non siamo sufficientemente rilassati e riposati, di fronte a una persona che ci dà fastidio o non rispetta le nostre regole, scatta automaticamente una scarica di adrenalina che scatena la nostra reazione aggressiva.

Se sei esaurita e stanca non sei in grado di reggere lo stress di una intensa giornata lavorativa e hai bisogno dell’aiuto di uno psichiatra.

Purtroppo la corteccia cerebrale è ancora giovane e obbedisce ciecamente alle norme della collettività che, come già dicevamo, cozzano con le esigenze istintive -la carne è debole- del nostro organismo e dei suoi automatismi inconsci. 

La mente conscia si comporta esattamente come un muscolo e la possiamo allenare in modo da acquisire gradualmente resilienza, adattabilità, stabilità emotiva e flessibilità. Soltanto attraverso la consapevolezza possiamo controllare l’istintualità e l’aggressività che ci derivano dai due cervelli antichi e che si manifestano quando ci sentiamo stanchi, nervosi, trascurati e offesi.

Per accrescere la consapevolezza è efficacissima la mindfulness. Ovviamente bisogna praticare a lungo per conseguire risultati tangibili come la serenità e la salute.

Elimina il giudizio e sarai più felice!

In ogni caso, non ti devi giudicare male quando hai pensieri assurdi. Non devi pensare male di te stessa. Sono proprio i giudizi malevoli su te stessa e non gli eventi in sé, la causa della tua depressione, della tua ansia, della tua rabbia e dei tuoi tormenti.

“Non è ciò che ci succede, ma il nostro giudizio su ciò che è successo, che scatena le emozioni negative”. (Epitteto)

Devi renderti conto che i tuoi pensieri sono un’arma potentissima, purtroppo a doppio taglio! Diventa consapevole dei tuoi pensieri e giudizi! La consapevolezza è tutto nella vita!

Sono convinto che se l’essere umano smettesse di giudicarsi severamente, sarebbe più sereno. Se le persone si abituassero a non giudicare gli altri, sarebbero più felici e soddisfatte. 

Smetti di giudicarti quando ti vengono pensieri brutti e sii gentile e paziente con te stessa: accetta la realtà. Fai spesso lunghe passeggiate nel parco o in riva al mare e potrai fare a meno delle brutte medicine che stai prendendo!

Hai tantissimo bisogno di consapevolezza, riposo e rilassamento!


Leggi anche questi Articoli: