Il Creatore… è infinitamente intelligente e saggio

Diojpg 300x200 Il Creatore... è infinitamente intelligente e saggioIl Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Il peccato originale fu causato dalla noia proprio nel giardino dell’Eden!

L’alternanza è la nostra salvezza.

Ogni problema è un’opportunità per “cambiare” le nostre credenze inconsce limitanti.

«Ciao Pasquale, scusa se ti disturbo, ma è da tempo che leggo i tuoi articoli frugando qua e la su internet e devo dirti che li ho trovati sempre molto interessanti e utili, tanto che mi sono convinto ad acquistare il tuo libro “La felicità a portata di mano”.

Da una prima lettura mi è piaciuto abbastanza, ma al contrario dei tuoi articoli, che mi mettevano di buonumore, la lettura e rilettura di alcuni capitoli di questo libro mi angosciano un po’, soprattutto mi distrugge la famosa legge dell’alternanza, che dal bene nasce il male, che dall’odio nasce l’amore ecc…, e mi chiedo: ma che senso ha darsi tanto da fare per esempio per migliorare nella vita, sia spiritualmente che economicamente, se secondo questa legge dell’alternanza purtroppo se stai bene ti devi aspettare che prima o poi starai male, o se ti stanno andando bene le cose economicamente prima o poi passerai dei periodi piuttosto brutti?!

Questi pensieri mi pesano un po’ e non riesco più a concentrarmi su quelli positivi che mi aiutavano ogni giorno ad avere la mentalità giusta per essere ottimista in tutti i campi.

Scusa, non è che pretenda che tu risolva il mio problema, ma volevo solo sapere se ho capito male il senso del tuo libro e se sotto sotto sono un inguaribile pessimista. Ciao ti ringrazio comunque per gli articoli che ogni tanto trovo e continuo a leggere ». (Messaggio di Giovanni Marco).

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Caro Giovanni Marco, ti sono grato per questa domanda da 1 milione di dollari.

la felicità a portata di mano Il Creatore... è infinitamente intelligente e saggioLa legge dell’alternanza ovviamente non l’ho inventata io… Il mio messaggio nudo e crudo non vuole portare chi legge “La felicità a portata di mano” al pessimismo, ma aprirlo invece all’ottimismo e alla saggezza; serve a fargli aprire gli occhi e a liberarlo dall’incantesimo del pensiero magico che più o meno tutti ci portiamo appresso dall’infanzia: ossia che con una bella bacchetta magica possiamo aggiustare tutto e far andare le cose come piace a noi!

In effetti, se noi potessimo avere il controllo totale delle situazioni, ossia un’esperienza enorme, e soprattutto un antidoto contro tutti gli imprevisti e i veleni della vita, ce ne sbatteremmo della legge dell’alternanza, almeno fino a un certo punto. E comunque non esiste ancora il siero dell’eterna giovinezza e non esiste il siero contro la… morte.

Appunto, il tuo (che è anche il mio) pensiero magico non vuole pensare al brutto, all’imprevisto che ci aspetta  dietro l’angolo se non stiamo attenti a ciò che “pensiamo” e a ciò che “facciamo” in ogni momento, e se non ci prendiamo le nostre responsabilità. Noi vorremmo soltanto il bello, soltanto la gioia, soltanto la felicità! Come dire: niente dolore, niente dispiaceri, niente malattie. Ed invece, immancabilmente, la vita è un continuo alternarsi di alti e bassi e siamo sempre, “chi più e chi meno”, insoddisfatti e angosciati.

Se filasse sempre tutto liscio, l’orgoglio, la superbia e la sete di potere genererebbero mostri!

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Anche l’uomo più ricco e più potente del mondo è continuamente preso da mille problemi e angosce! Anzi più è in alto e più aumentano le sue responsabilità. Persino il papa, che sicuramente è molto vicino a Dio, è preso da mille preoccupazioni quotidiane!

La verità è che i problemi non si possono evitare ma, contrariamente all’idea comune, sono “utili” perché ci riempiono la vita. Tanto è vero che non appena si va in pensione, se non ci troviamo un’altra attività più o meno impegnativa, ci penseranno le malattie a tenerci impegnati…!

Ogni problema è un’opportunità per “cambiare” le nostre credenze inconsce limitanti che vengono alla luce proprio attraverso il disagio che è un invito esplicito ad abbandonare le vecchie abitudini.

La Quercia chiese al Mandorlo: “Parlami di Dio!”. E il Mandorlo fiorì. (Nikos Kazantzakis)

I problemi sono angoscianti soltanto quando sono troppi perché provocano stress e non ci consentono di recuperare agevolmente le energie. La persona che non si riposa e non si diverte abbastanza è sempre sotto  stress.

Lo stress è dovuto sempre e soltanto alla scarsità di riposo e di svago.

Lo scopo del riposo e dello svago è quello di “alternare” gli immancabili momenti brutti della vita con momenti belli. Ma se non ci svaghiamo abbastanza, se non andiamo mai a cinema o a teatro, se non guardiamo mai un film comico, se non facciamo mai una bella gita in compagnia degli amici, se non facciamo mai una buona azione e non intratteniamo buone relazioni, i momenti belli non arrivano e ci restano soltanto i momenti brutti. I momenti brutti non mancano mai, vengono da soli soprattutto quando non ce li aspettiamo. In realtà, i momenti negativi sono causati soprattutto dall’ignoranza e dalla pigrizia!

I momenti belli ce li dobbiamo “procurare” noi con azioni mirate, altrimenti non arrivano o arrivano raramente.

Dunque, mi domandi con grande acume: «Che senso ha darsi tanto da fare se poi arriveranno lo stesso i momenti brutti»?

Il fatto è che se non ci rimbocchiamo continuamente le maniche, non solo arriveranno i momenti brutti, ma arriveranno in maniera accelerata e invasiva e saranno di gran lunga maggiore dei momenti belli!

Se non ci diamo da fare, per esempio migliorando la nostra istruzione per cercare di capire perché ci succedono certe cose, saremo travolti dagli avvenimenti! Se non ci diamo da fare mettendo qualche soldo da parte per ogni futura evenienza, e se non cerchiamo di migliorare ogni giorno non solo la nostra situazione economica, ma ogni altro aspetto della nostra vita, a cominciare dal fisico, il corpo e la mente si ammaleranno inesorabilmente.

bilancia Il Creatore... è infinitamente intelligente e saggio

La bilancia del bene e del male

Ci dobbiamo dare tantissimo da fare, caro Giovanni, altrimenti la bilancia del bene e del male penderà inesorabilmente dal lato del male e sarà sempre più difficile equilibrarla e farla pendere anche dal lato del bene. La depressione è un baratro da cui neanche gli ansiolitici riescono a farci uscire.

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

La verità, sai qual è, caro Giovanni? Che Dio è molto più intelligente e saggio di quanto credono i pessimisti! Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio!

Il Creatore, Dio ha fatto in modo che ogni cosa, ripeto ogni cosa, avesse pregi e difetti.

Ribadisco: ogni cosa ha sempre pregi e difetti. Noi vorremmo prenderci soltanto i pregi e lasciare i difetti, ma questo non è possibile. Una mela, per fare un esempio banale, non la puoi mangiare quando è acerba e neanche quando è troppo matura, ma soltanto quando è matura al punto giusto. Voglio dire che il bene, per sua stessa natura, è destinato a guastarsi proprio come si guasta il tempo, il cibo, la salute e il buon umore.

Appunto, “bel” tempo e “cattivo” tempo si alternano in continuazione proprio come l’inspirazione e l’espirazione, la sistole e la diastole, la luce e il buio, gli alti e bassi della vita, i momenti di buon umore e di cattivo umore, di gioia e di tristezza, di salute e di malattia.

Sono questi gli effetti  della legge dell’alternanza, o del ritmo o dell’armonia: tutto si muove come un pendolo. La misura dello spostamento a destra è la stessa dello spostamento a sinistra.

Ogni cosa ha sempre due facce, una positiva e una negativa. Ogni cosa, quando diventa esagerata, perde i pregi e mostra i suoi difetti!

Noi vorremmo prenderci soltanto il piacere e rifiutare il dolore, ma se il Creatore avesse creato soltanto la gioia, la noia sarebbe stata molto più brutta di qualunque tristezza.

Pensa un po’: il peccato originale fu consumato proprio nel giardino dell’Eden, un luogo meraviglioso e stracolmo di delizie!

Io credo che il diavolo tentatore non sia altro che la… noia! La noia è la causa di tante tentazioni contro le quali spesso è difficile lottare.

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Più si è deboli, immaturi e viziati, più è facile cedere alla tentazione del piacere immediato!

Più si dispone di denaro e più  difficile è resistere ai propri istinti e alle proprie debolezze; ma più si è poveri e più si vive di miseria, di stenti e di desideri insoddisfatti!

Noi vorremmo tutto ciò che piace a noi: per esempio, desideriamo soltanto giornate di sole, ma senza la pioggia seccherebbe ogni cosa. Noi vorremmo soltanto l’estate, ma senza le altre stagioni moriremmo di fame…

Noi vorremmo tanto divertimento, ma le cose belle sono tali solo se durano poco!

Il bambino maltrattato è costretto a ridurre la sua sensibilità al dolore per diminuire la sofferenza, ma in questo modo perde anche la sensibilità alla gioia! Per ridere, e per ritrovare la gioia, si deve anche piangere, si deve “accettare” il pianto!

L’accettazione dei dispiaceri e della realtà amara della vita è la migliore medicina contro i disagi e le amarezze, e per giunta gratis! Beh, un prezzo lo dobbiamo pur pagare: l’accettazione è dolorosa ma ci libera dal male, esattamente come la febbre è il rimedio “naturale” contro le malattie!

Accettare significa ingoiare il rospo! Accettare significa anche perdonare e/o perdonarsi! Se non lo fai, non smetterai di soffrire!

Se non lo accetti, il “rospo” ti resta sullo stomaco! Se ti ribelli e resisti e continui a lamentarti e a inveire dando la colpa del tuo disagio a questo e quello,  a cominciare dal Creatore fino ai genitori che ti hanno messo al mondo e che non ti danno mai abbastanza soldi…, il rospo continuerà a pesarti sullo stomaco e a farti stare male.

Le ernie e tante brutte malattie sono causate da emozioni negative represse, ossia da “rospi” non digeriti, o meglio non accettati!

Le emozioni negative, a cominciare dalla paura e tutti i suoi derivati (ansia, angoscia, panico, rabbia, depressione, lamentele, gelosia, odio, egoismo, mancanza di… soldi, l’elenco è troppo lungo…) ci tolgono la lucidità mentale e, sotto il loro effetto ipnotico, istintivo e automatico, persino la persona più istruita si comporta a volte peggio di una bestia!

Eppure se mancasse la paura, il mondo sarebbe ancora più assurdo!

Le cose che non riusciamo ad avere in alcun modo e le situazioni che vorremmo evitare creano potenti emozioni negative, proprio come accade nelle delusioni sentimentali, e ci fanno sentire una nullità, ci tolgono l’entusiasmo, l’autostima, la serenità e persino il buon senso! Soltanto ingoiando il rospo, ossia accettando la realtà, smettiamio di lamentarci e ritroviamo la razionalità e il buon senso per affrontare la vita come si deve!

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Dunque, ti domando: ti preoccupa ancora l’alternanza? Io ho imparato a benedirla! Io apprezzo il Creatore per la sua infinita sapienza!

Ho imparato a gioire – si fa per dire naturalmente… – persino in un momento di crisi perché so che sto per fare un grosso salto in avanti! Le crisi rappresentano un momento di cambiamento importante, vengono per farci crescere anche se sono dolorose, ma la maggioranza delle persone non lo sa, essendo prigioniera del pensiero magico dell’infanzia quando c’erano i genitori che accorrevano al minimo lamento e si prendevano cura di noi!

E non sapendolo, hanno difficoltà a diventare adulti, ossia autonomi e indipendenti, e perciò si disperano, recriminano, se la prendono con i genitori, con le ingiustizie del mondo, con Dio, e non riescono ad accettare la realtà continuando a rimuginare cattivi pensieri e ad opporsi ai cambiamenti!

Si diventa adulti e si comincia ad avere successo nella vita soltanto quando smettiamo di lamentarci come fanno i bambini e ci prendiamo le nostre responsabilità assumendo un atteggiamento positivo e liberandoci del pensiero magico dell’infanzia!

Il bambino capriccioso vuole tutto e subito! Ed è normale che sia così. Ma non è normale fare i capricci e lamentarsi ad una certa età! Il guaio è che tantissimi adulti sono vittime del pensiero positivo ad oltranza e hanno bisogno del gratta e vinci… anche perché purtroppo c’è sempre più gente che specula liberamente sulle debolezze umane e c’è chi mente spudoratamente presentando la legge d’attrazione in maniera miracolistica… rafforzando i danni del pensiero magico!

Senza impegno e sacrifici non si arriva da nessuna parte! Senza impegno e determinazione si affonda nei fallimenti e nella disperazione! Senza l’accettazione della sofferenza, quando arriva, non si ritrova la serenità e la gioia!

Il Creatore è infinitamente intelligente e saggio

Senza uno sforzo di volontà, senza un po’ d’impegno quotidiano, senza un piccolo sacrificio oggi, saremo inevitabilmente costretti a grandi  sacrifici domani! Nessun atleta diventa campione se non si allena a fondo, se non rinuncia ai piaceri immediati, se non sta attento a cosa mangia e se non è costante, convinto  e determinato. Nessun professionista riesce ad eccellere se non divora libri su libri mettendo in pratica ciò che ha imparato, anche sbagliando nei primi tempi! La gente comune sbava e si attarda solo davanti alla tavola imbandita o alla vetrina dei dolci del bar per poi ritrovarsi grassa, gonfia, acciaccata e con tanti affanni…

Senza un piccolo sacrificio il nostro Sé Istintivo ci porta alla malora. Il godimento immediato (abbuffate, alcool, droga, sesso, gioco d’azzardo, fumo, ecc.) è la rovina di tanti giovani. È a questo soprattutto che mi riferisco, caro Giovanni,  a proposito del bene che si trasforma in male!

Quando si esagera, ogni pregio si trasforma in difetto.

Senza un Io Cosciente forte, vigile, volitivo, responsabile e flessibile, le emozioni negative diventano incontrollabili e non si riesce a far pendere la bilancia “anche” dal lato buono.

Caro Giovanni, l’alternanza è sicuramente la cosa più saggia che ha inventato il Creatore!

Basta pensare che anche il giorno si alterna senza sosta con la notte e l’estate si alterna immancabilmente con l’inverno. L’inverno è gelido, non ci piace? Ed è proprio per questo motivo che è così bella l’estate! Ma se ci fosse soltanto l’estate, la Terra arderebbe in continuazione! E se le formiche non facessero istintivamente scorte in estate, durante l’inverno morirebbero di fame.

Se non stiamo attenti a cosa facciamo “oggi”, se non ci diamo da fare abbastanza, se non ci preoccupiamo di crescere ogni giorno con un costante continuo miglioramento, precipitiamo in un pozzo senza fondo infrangendo noi stessi la legge dell’alternanza!

L’alternanza, caro Giovanni, è la nostra salvezza!

Il messaggio de “La felicità a portata di mano”, dunque, è estremamente positivo e lungimirante: la felicità è effettivamente a portata di mano, a patto che stiamo attenti alla qualità dei nostri “pensieri” perché essi si trasformano in azioni, convinzioni, comportamenti e abitudini; e a patto che si accettino anche gli inevitabili momenti brutti della vita che apparentemente vengono da soli, ma in realtà sono dovuti sempre e soltanto alle nostre scelte e decisioni sbagliate, o alla nostra mancanza di preparazione.

Meno esperienza abbiamo e più errori facciamo, ma non c’è altro modo per imparare! Dobbiamo metterci in gioco e accettare lo stress, accettare gli errori, perché soltanto così miglioriamo e ci facciamo una posizione.

La vita è una palestra di allenamento! Se ti dai da fare abbastanza, riesci a recuperare velocemente la serenità e la gioia proprio in virtù della legge dell’alternanza! Se però non ti rimbocchi le maniche migliorando la tua formazione; se non sei disposto, per il tuo stesso bene, a qualche rinuncia o a qualche piccolo sacrificio oggi, per esempio evitando di abbuffarti a tavola e facendo regolarmente un po’ di moto e almeno qualche ora di lettura ogni giorno, i momenti negativi prenderanno inesorabilmente il sopravvento su quelli positivi e ti rendono la vita sempre più odiosa!

Insomma, caro Giovanni, la legge del bene e del male, pardon dell’alternanza dice soltanto che la tua macchina, senza benzina, non cammina!


Leggi anche questi Articoli: