Come ottenere le migliori performance

i due emisferi cerebrali Come ottenere le migliori performanceCome ottenere le migliori performance

In assenza di sintonia tra i due emisferi cerebrali siamo in guerra con noi stessi!

Se siamo distratti cala l’attenzione e facciamo errori.

Il nostro cervello è diviso in due emisferi aventi caratteristiche completamente opposte.

Sinteticamente, l’emisfero destro è irrazionale, intuitivo e dotato di visione d’insieme, mentre l’emisfero sinistro è razionale, logico e dotato di visione analitica.

L’emisfero destro s’identifica con l’attività del cosiddetto Sé Istintivo o Inconscio, mentre l’emisfero sinistro s’identifica nell’attività dell’Io Cosciente o Mente Conscia (corrispondente all’Io e ala forza di volontà).

Come ottenere le migliori performance

Soltanto la sintonia tra i due emisferi cerebrali assicura la massima efficacia ed efficienza del nostro cervello che si ottiene attraverso l’attenzione/concentrazione.

In mancanza di attenzione e/o di volontà, i due emisferi operano ciascuno per proprio conto, per cui spesso si fanno la guerra.

Questo succede, per esempio, quando siamo distratti, e proprio quando cala l’attenzione accadono gli… incidenti e/o si commettono errori. Quando siamo distratti agiamo col pilota automatico, ossia soltanto con l’emisfero destro.

Anche le emozioni (paura, rabbia, ansia, panico, gelosia, invidia, stati emotivi in genere) hanno la peculiarità di sabotare la sintonia emisferica.

Ciò perché tendono ad escludere  più o meno completamente l’emisfero sinistro mettendoci alla completa mercé dell’inconscio, ossia dell’irrazionalità e della mancanza di responsabilità e moralità!

Ciò spiega, per esempio, i raptus di follia e di gelosia.

massima concentrazione Come ottenere le migliori performanceL’attenzione e ancor più la concentrazione mentale richiedono un grande dispendio energetico, quindi stancano il corpo e la mente. In questi casi la distrazione diventa un toccasana!

Infatti, anche la mente cosciente deve riposare per recuperare le energie, per esempio attraverso il lavoro manuale, il gioco e il divertimento.

Come ottenere le migliori performance

L’inconscio o Sé Istintivo trascorre la maggior del tempo a rimuginare sulle cose passate, spesso senza muovere un dito per passare all’azione: la sua caratteristica peculiare è la pigrizia, lo status quo.

Siccome abbiamo tutti l’emisfero destro, siamo tutti tendenzialmente pigri per natura! Ma per fortuna abbiamo anche l’emisfero sinistro la cui caratteristica principale è la forza di volontà…

L’inconscio preferirebbe passare il tempo a giocare e a trastullarsi, incurante del tempo che passa perché appunto non ha nozione del tempo. Esso inoltre è privo di responsabilità e di moralità e manca di razionalità.

Per l’inconscio esiste solo il passato che modella e pervade il presente con tanto di pessimismo e di paura del dell’ignoto e dei cambiamenti in generale!

Ma i cambiamenti avvengono lo stesso e si fanno beffe di noi!

Invece, l’Io Cosciente, che s’identifica con l’attività dell’emisfero sinistro del cervello, è sintonizzato sul senso di responsabilità, sulla moralità e sul rispetto delle norme sociali, e si preoccupa del futuro spesso in maniera eccessiva e morbosa, causando l’ansia.

Come ottenere le migliori performance

Il Sé Istintivo è dunque per sua natura pigro e pessimista, ed è portato allo status quo, mentre l’Io Cosciente è per sua natura volitivo e ottimista. È evidente  che a seconda che prevalga l’uno o l’altro, cambia il nostro comportamento e il nostro stesso destino.

L’Io Cosciente in genere corre troppo in avanti, ha fretta, tanta fretta, mentre il Sé istintivo è velleitario e indietreggia, frena, ha paura di andare avanti, ha paura del nuovo: è l’uccellino ancora insicuro, incapace di spiccare il primo volo!

Il Sé Istintivo è inconsapevole e quindi anche irresponsabile ed amorale; l’Io Cosciente è invece consapevole e fin troppo morale. Il senso di colpa è legato all’Io Cosciente.

Infine, c’è un’altra cosa da aggiungere, secondo me importantissima: i pensieri spontanei o involontari, che sono sempre negativi e pericolosi, provengono proprio dall’emisfero destro, mentre quelli volontari, che sarebbe meglio chiamare  riflessioni, sono promossi dall’emisfero sinistro (o emisfero critico)!

Come ottenere le migliori performance

Ora, in ogni persona può prevalere tanto l’emisfero destro che quello sinistro. In genere, il Sé Istintivo prevale quando la forza di volontà è scarsa, ossia quando la mente conscia è debole, come accade alle persone poco evolute e poco responsabili.

Sia che prevalga l’uno, sia che prevalga l’altro, i problemi sono tanti!

Quando i due emisferi cerebrali non sono in sintonia, non collaborano e si fanno la lotta: ecco i conflitti interiori e la confusione mentale! In questi casi siamo in guerra con noi stessi, non sappiamo neanche cosa vogliamo e spesso ci sabotiamo!

I due emisferi cerebrali, come anticipato in premessa, entrano in sintonia per mezzo dell’attenzione e/o della concentrazione mentale, che sono atti volontari impegnativi e che presuppongono consapevolezza e fiducia in se stessi.

In questo caso, passato e futuro si uniscono mettendo a fuoco il presente e in queste condizioni inconscio e coscienza si coniugano alla perfezione, come a dire che razionalità e irrazionalità, capacità critiche e intuito, visione analitica e visione d’insieme sono tutt’uno.

Attenzione e concentrazione assicurano dunque la sintonia emisferica e ciò ci consente di  ottenere le migliori performance in tutti i campi.


Leggi anche questi Articoli: