Come faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

stress e timidezza 300x200 Come faccio a eliminare i pensieri autosabotantiCome faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

Non esistono scorciatoie per riuscire nella vita.

Occorre allenare la propria mente e perseverare a lungo, anzi non smettere mai di crescere.

“Dr Foglia,  mi è piaciuto molto la risposta che ha dato al ragazzo di 22 anni affetto da panico che ha fatto cilecca con la sua ragazza. Anch’io ho più o meno gli stessi problemi. Il fatto di capire che l’ansia proviene dal mio inconscio è già tanto per me, ma mi piacerebbe capire bene come funziona questo benedetto inconscio. Mi piacerebbe capire come faccio ad eliminare i pensieri negativi, autolimitanti e autosabotanti in tutto ciò che faccio. E soprattutto con le donne…  Grazie mille”. (Lettera firmata)

Come faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

Caro ragazzino, non ti sembra che mi stai chiedendo un po’ troppo? Ma voglio aiutarti.

Per riuscire con le donne senza averne paura c’è un solo modo: devi stare molto a contatto con le ragazze, uscire spesso in loro compagnia. Ciò comporta che rimedierai anche brutte figure e dispiaceri a non finire! Ed è proprio quello che tu non vuoi e che finisce per bloccarti lasciandoti nei tuoi pensieri di inadeguatezza.

Devi sapere che le difficoltà esistono solo all’inizio e sono un prezzo obbligato da pagare per accrescere la fiducia in sé stessi.

Alle prime armi tutti sono imbranati

Te lo spiego anche con altri esempi pratici. Vuoi diventare scrittore? Semplice: devi leggere e scrivere molto, senza mai smettere, e vedrai che a un certo punto riesci a scrivere storie appassionanti. 

Vuoi diventare un bravo oratore? Semplice: devi prendere spesso la parola in pubblico, esercitarti a parlare molto. Le prime volte sarà molto difficile, ma un po’ alla volta, perseverando, prendi confidenza col microfono e cominci a provarci gusto. Non esistono scorciatoie.

Come faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

Qualunque cosa vuoi fare, ti devi esercitare molto, devi allenare -leggi abituare- il tuo cervello che funziona esattamente come un muscolo che diventa più potente e performante ad ogni esposizione. Devi allenare la tua mente in modo da diventare sempre più abile e più capace in tutto ciò che fai.

Quindi, non è possibile bruciare le tappe! L’inconscio non te lo consente fino a quando non impari bene. L’inconscio ti blocca e ti mette paura tutte le volte che fai qualcosa per la prima volta. 

In poche parole, è stato dimostrato che ci vogliono circa 66 giorni per acquisire una nuova abitudine e cioè l’automaticità, e circa 10.000 ore di pratica deliberata e continuata per eccellere in qualsiasi campo. Ecco in proposito una citazione personale molto chiara di cui trovi anche alcune varianti nei miei libri:

Noi siamo abilissimi in tutto ciò che facciamo da molto tempo, ma siamo negati in ciò che non facciamo mai.

Quindi se tu ti senti bloccato con le donne è perché, caro ragazzino, non hai abbastanza esperienza! Non hai né problemi di salute, né essere timidi 1 300x250 Come faccio a eliminare i pensieri autosabotantiproblemi di intelligenza: sei soltanto poco esperto e per tale motivo ti senti insicuro e inadeguato.  

Come faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

Proprio per questo motivo provi paura e ansia e hai pensieri autolimitanti. L’inconscio vuole salvarti dalle brutte figure, ecco perché ti blocca in partenza! E se tu sei caparbio ed agisci senza avere acquisito la giusta consapevolezza (che ora io ti sto dando), lo metti sotto pressione e vai incontro ad autosabotaggi e frustrazioni.

Bisogna essere sempre gentili e collaborativi con il proprio inconscio, che poi significa con sé stessi, quando non riesci nei tuoi intenti, per non peggiorare le cose. Il cavallo si doma più facilmente con modi gentili che con la forza. Devi avere pazienza, procedere all’inizio per piccoli passi e perdonarti ogni volta che sbagli. Altro che ingiuriarti e arrabbiarti con te stesso!

Noi siamo sempre i peggiori giudici di noi stessi, ma è completamente sbagliato.

All’inizio di ogni processo, di ogni mestiere, di ogni lavoro, di ogni relazione, di ogni cosa bisogna procedere con lentezza, umiltà e calma sapendo già in partenza che sarà difficile, che farai molti sbagli e che ti sentirai spesso giù di corda. E penserai subito, erroneamente, che quel mestiere non fa per te!

Ma se non ti butti rimediando anche errori e figuracce, non ti sbloccherai mai!

La tua autostima sarà sempre bassa e avrai la sindrome della nevrosi infantile.

Soltanto se esci dalla tua zona di sicurezza (che in realtà è di auto-compatimento) cresce la fiducia in te stesso e diventi un uomo adulto sicuro di sé, autonomo e indipendente.

Come faccio a eliminare i pensieri autosabotanti

In poche parole, devi allenare il tuo cervello (o meglio i tuoi tre cervelli) in modo che diventi sempre più performante grazie alla formazione di nuovi circuiti neurologici che sono una sorta di autostrade per i neurotrasmettitori. (Il sistema nervoso si avvale di queste sostanze chimiche -neuropeptidi- per regolare o dirigere meccanismi vitali come il battito cardiaco, la digestione, la respirazione, il sonno, e tutto il resto).

Tieni presente che i vigili del fuoco e gli artificieri esercitano mestieri molto pericolosi ma non si fanno bloccare dalla paura proprio perché si addestrano a lungo e sanno sempre cosa fare in ogni frangente.

Non esistono scorciatoie per riuscire nella vita. Occorre allenare la propria mente e non smettere mai di crescere, altrimenti comincia subito la decrescita e cioè il graduale smantellamento dei circuiti neurologici. (Malattie di Alzheimer, Parkinson, ecc.)

Proprio ciò che accade alle persone che vanno in pensione senza avere un hobby o qualcosa di interessante da fare. 

Mi sembra che il tuo problema sia  un falso problema: tu pretendi di bruciare le tappe senza sapere nulla! 

Caro ragazzo (o ragazza), ricordati che l’esperienza si fa sforzandosi deliberatamente e anche soffrendo!


Leggi anche questi Articoli: