Pasquale Foglia Life Coach & Scrittore Motivazionale

Forza di volontà: virtù per eccellenza

Forza di volontà: virtù per eccellenza

FORZA DI VOLONTÀ: VIRTÙ PER ECCELLENZA

La forza di volontà unifica il corpo e la mente.

La mente e il corpo, se sono divisi, non vanno d’accordo.

Molte volte cerchiamo di giustificare la nostra pigrizia dicendo che non abbiamo tempo. Ma non è mai una questione di tempo a disposizione, ma di forza di volontà.

La volontà è la “virtù” per eccellenza, la nostra migliore risorsa. Senza di essa falliamo in partenza perché ci areniamo ancor prima di iniziare…

La pigrizia è una delle due ombre della forza di volontà e corrisponde alla mancanza di volontà; l’ombra opposta è invece lo zelo esagerato o mania di perfezione.

Mania di perfezione <<<<Forza di Volontà<<<<Pigrizia

“Volli, sempre volli, fortissimamente volli”. (V. Alfieri)

(altro…)

Sono gli elettroni a farci innamorare?

Sono gli elettroni a farci innamorare?

Articolo già pubblicato sulla Rivista on line Scienza & Conoscenza

Sono gli elettroni a farci innamorare? E sono sempre gli elettroni che mantengono l’amore vivo negli anni?

Sembra proprio di si. L’amore è influenzato dalla velocità delle reazioni biochimiche? Ancora si.

 

Sono gli elettroni a farci innamorare?

1. L’ambivalenza cosmica

Ogni processo, vitale e non vitale, richiede l’intervento elettrochimico degli elettroni. La forza della natura sta nell’energia degli elettroni. Le orbite descritte dai pianeti intorno al Sole richiamano il moto degli elettroni intorno al nucleo dell’atomo. Il sistema solare è una giostra perfettamente congegnata in cui il movimento di ogni pianeta è sincronizzato con quello di tutti gli altri. È indubitabile, perciò, che i pianeti interagiscano tra di loro nell’intricato equilibrio gravitazionale della sfera celeste, e pertanto la Terra e i suoi abitanti subiscono un’influenza cosmica considerevole.

(altro…)

L’inconscio è un coglione

L’inconscio è un coglione

Questo articolo è dedicato soprattutto ai giovani e agli adolescenti

L’inconscio è un coglione

In amore l’inconscio ci tira tanti trabocchetti

Il disagio adolescenziale è causato dal netto predominio dell’inconscio

Gli altri chiamavano fanatismo il mio entusiasmo, la mia eccitazione. Allora mio padre diceva che la mia passione per l’arrampicata si era trasformata in malattia”. (Reinhold Messner)

L’inconscio è un coglione perché se ci sentiamo respinti, ci fa innamorare perdutamente!

L’inconscio è un coglione perché crea il bisogno di avere ragione e spinge all’odio e alla guerra.

(altro…)

Solidarietà vs competizione?

Solidarietà vs competizione?

Solidarietà vs competizione?

Solidarietà e giustizia sociale.

Adrenalina e testosterone, quando hanno fatto il loro tempo, interferiscono sempre meno.

Caro Pasquale,
la sto scoprendo proprio in questi giorni e voglio ringraziarla per questa ricchezza enorme che ha deciso di condividere con gli altri. In questo articolo, però, mi ha lasciato un po’ perplesso, il passaggio sui giovani che si ribellano all’autorità: lei non crede che questa ribellione nasca in fondo da un sentimento sano, cioè il desiderio di reagire a ciò che si percepisce come ingiustizia, piuttosto che accettarla passivamente?

Molti corsi motivazionali insistono sull’obiettivo del successo e dell’affermazione personale, dando quindi per scontato, almeno apparentemente, che il mondo è giusto così com’è e bisogna solo imparare ad accettarlo e a trarne vantaggio personale; invece, alla base della ribellione giovanile, c’è spesso un rifiuto della logica del successo e della competizione, in nome di un ideale che metta al centro solidarietà e giustizia sociale…

So che è un discorso lungo e complesso, ma in sostanza la mia domanda è: come si fa a conciliare i propri ideali di una società diversa e più giusta, in cui la solidarietà prevalga sulla competizione, con l’idea che per essere felici bisogna “accettare la realtà” e imparare a muoversi in essa per avere successo?

Insomma, è possibile essere idealisti e felici? Grazie (Un commento all’articolo Autosabotaggi a gogò).

(altro…)

Sogno catartico: sogno del mostro!

Sogno catartico: sogno del mostro!

Un sogno catartico: il sogno del mostro!

Quando veniva il mio turno di prendere la parola nei consigli di classe, per me era un dramma: mi facevo rosso e non mi veniva nulla da dire.

L’ultima figuraccia l’avevo fatta proprio qualche giorno prima del sogno…

(Estratto dal bestseller Amazon Kindle “Se vuoi sbloccarti, lanciati!”)

Un sogno catartico: il sogno del mostro!

Mi ero laureato nel luglio 1972 in Scienze Agrarie con il massimo dei voti ed ero stato subito assunto come professore con incarico annuale presso l’Istituto Professionale per L’Agricoltura di Salerno, a 20 km da casa.

Quindi potevo ritenere che ormai i miei problemi psicologici (ed economici) fossero scomparsi per sempre.

Ed invece, quando veniva il mio turno di prendere la parola nei consigli di classe, per me era un dramma: mi facevo rosso e non mi veniva nulla da dire.

Ero molto impacciato e frustrato, arrabbiatissimo con me stesso.L’ultima figuraccia l’avevo fatta proprio qualche giorno prima del sogno, in occasione della riunione per la scelta dei libri di testo. (altro…)

ANTIDOTI CONTRO LA PAURA

ANTIDOTI CONTRO LA PAURA

Gli antidoti contro la paura.

L’ignoto ci spaventa, ma perché?

Il migliore addestramento contro la paura è l’azione!

La paura è un’emozione che si manifesta tutte le volte che abbiamo la sensazione di trovarci in pericolo e non sappiamo come affrontarlo. Spesso si tratta di pericoli immaginari. Se conosciamo il modo come affrontare la situazione, la paura non si manifesta neanche.

È l’ignoto, ciò che non conosciamo, che ci spaventa.

Gli antidoti contro la paura

Quindi, ci rendiamo subito conto che la paura nasce dall’ignoranza, dalla mancanza di conoscenza e di esperienza di vita, dalla mancanza di fiducia in se stessi e di sicurezza.

È bene precisare che sono i nostri pensieri, i nostri giudizi sulla realtà, o meglio è il modo come giudichiamo la situazione, il fatto accaduto, a scatenare la paura e le altre emozioni negative.

(altro…)